L’isola che non c’era

Michele è un maresciallo maggiore dei carabinieri in pensione che, per cercare di sfuggire agli incubi della guerra, decide di andare a vivere su una piccola isola del Mediterraneo. A due giorni dal suo arrivo, però, una terribile tempesta rende il mare innavigabile e taglia fuori gli isolani dal resto del continente. Nel frattempo, una tremenda scoperta sconvolge il paese: il cadavere di una giovane donna viene trovato all’interno dell’ossuario della chiesa. Costretto dalla situazione, Michele assume la direzione delle indagini, facendosi aiutare dal sacerdote – un ex partigiano delle brigate cattoliche –, dal barista dell’unico esercizio pubblico – un vecchio faro della Marina militare, gestito dal suo ultimo comandante, anch’egli in pensione – e dal giovane che gli ha venduto la casa e che sta per emigrare negli Stati Uniti.

L’autore:

Ettore Caputo è nato in Svizzera nel 1973. Luogotenente dei carabinieri, L’isola che non c’era è il suo primo romanzo.

 

Titolo: L’isola che non c’era

Autore: Ettore Caputo

Collana: Voci

Prezzo di copertina: 15,00 Euro

ACQUISTA