La prossimità della lotta

2024. L’Italia sta uscendo da una sequenza di crisi epocali: economica, geopolitica e sanitaria in un futuro prossimo nel quale l’individuo e la collettività sono finiti per divergere su obiettivi e aspettative. Claudio, un disilluso impiegato milanese, giunto alla soglia dei quarant’anni tira le somme della propria esistenza. Separatosi da poco più di un anno da Cristina, vive un’avvilente e solitaria routine. La sua unica compagnia è quella di Alberto, un professore di liceo invaghitosi di una studentessa. Conclusi dei colloqui di selezione per l’azienda in cui lavora, dubbioso sulla scelta dei candidati, Claudio viene convinto dal suo responsabile a lanciare una moneta per decidere se assumere o meno Mario. Le conseguenze del gesto porteranno il protagonista a interrogarsi sulla propria natura, spingendolo ad allontanarsi per un po’ da Milano. Sullo sfondo di una lotta contro il sistema, l’avventura del protagonista sarà metafora delle contraddizioni nella società contemporanea e della volubilità dei rapporti umani.

L’autore:

Marco Bonalumi è nato nel 1983 e vive a Milano. Nel 2018 ha pubblicato la raccolta di racconti Cacciatori nella neve per 96, Rue de-La-Fontaine Edizioni; l’anno successivo, sempre per lo stesso editore, ha partecipato all’antologia Ossa nere. Scrive recensioni di narrativa per blog e riviste indipendenti. La prossimità della lotta è il suo primo romanzo.

Titolo: La prossimità della lotta

Autore: Marco Bonalumi

Collana: Voci

Prezzo di copertina: 14,00

ACQUISTA