Il fatto, che è femmina

“Le indicazioni di papà sono sempre state una mano, a palmo basso, che svettava da destra a sinistra, ora a indicare un masso, ora un albero, ognuno con una sua storia, ognuno con un racconto che papà faceva perché si portava dentro un mondo dove le strade erano senza nomi, solo miti. Un mondo perfetto, che raccontava alla maniera di nonna, ma in modo meno confuso, più dettagliato. Il mondo di papà era senza apocalisse, senza epilogo. Una dimensione eterna che teneva dentro anche le brutture, accogliendole. Il paradiso dell’aldiquà”.
Il fatto, che è femmina è un romanzo dal sapore agrodolce che porta la protagonista, in realtà una semplice voce narrante, a rievocare storie della sua infanzia attraverso le suggestioni dei racconti della cara nonna, e a scandagliare così, nel ricordo, uno dei suoi amori più viscerali, quello per il padre.

L’autrice:

Michela Fretta è nata a Caserta nel 1983. È docente di lettere nelle scuole secondarie di secondo grado. Autrice di articoli scientifici di argomento didattico, ha curato una inchiesta sulla desertificazione industriale per i territori di Napoli e Caserta. Il fatto, che è femmina è il suo romanzo d’esordio.

Titolo: Il fatto, che è femmina

Autore: Michela Fretta

Collana: Voci

Prezzo di copertina:  Euro 15,00

ACQUISTA