Vite al macello

Vite al macello

17,00

Titolo: Vite al macello

Autore: Giovanni Anzaldo

Collana: Voci

Pagine: 384

Prezzo di copertina: Euro 17,00

Categoria: ID Prodotto18735

Vite al macello è un romanzo ambientato nella provincia matta e disperatissima di Torino; al centro della vicenda, l’amore turbolento tra M. e F., finito malamente dopo quarantacinque anni di matrimonio. Con un linguaggio dissacrante, ironico e politicamente scorretto, ci si addentra nelle dinamiche di una “classica” famiglia di commercianti: il fervore religioso di F., le risse nel retro di una macelleria, gli esorcismi sulle due figlie e infine il divorzio, con le conseguenti ripicche e vendette. E naturalmente ci sono i loro tre figli, spettatori di quell’amabile circo, indecisi se scappare via o farci su un business. “Nelle case non c’è niente di buono, diceva Céline, ma c’è anche qualcosa di profondamente tragicomico che sarebbe un peccato tacere, almeno in questo caso.

L’autore:

Giovanni Anzaldo è nato nel 1987 a Torino. Nel 2009 si è diplomato alla Scuola del Teatro Stabile di Torino, fondata da Luca Ronconi e diretta da Mauro Avogadro. Nel 2010 ha vinto il Premio “Ubu” come miglior attore under 30 per lo spettacolo teatrale Roman e il suo cucciolo diretto da Alessandro Gassmann, con il quale ha lavorato anche nel film Razzabastarda. Successivamente ha recitato ne Il capitale umano di Paolo Virzì e in Non è un paese per giovani di Giovanni Veronesi. Ha esordito nella drammaturgia e regia nel 2014 con Sullo stress del piccione, spettacolo teatrale che racconta la storia di quattro giovani sognatori. Attualmente su Netflix è tra i protagonisti di Summertime, serie generazionale record di ascolti.