Ambientato nel 1960, Zenzero è un romanzo che descrive il piccolo universo di Patrignone, un paese della provincia aretina. Le vicende vengono narrate in prima persona dai protagonisti, che riportano le proprie esperienze da vari punti di vista nell’arco di una giornata di fine inverno: da Enzino, alias Zenzero, un bambino che si affaccia al mondo degli adulti, a un prete che si interroga sul confine tra fede e superstizione; dal padre di famiglia a una figura impenetrabile come Maria la Gobba.
La forte carica di umanità degli abitanti di Patrignone ci permette di riscoprire un mondo antico, in cui lo spettro della guerra e della miseria ancora permea i pensieri e i progetti delle persone, nella speranza di un futuro di maggior benessere e libertà. Una società tenuta in piedi da un senso di appartenenza e solidarietà viva e pulsante, poiché la sfida della mera sopravvivenza non la si può affrontare da soli.
Come riporta Lucia de Anna nella prefazione, il romanzo è “talmente denso di vita vissuta che il lettore è provocato affinché si perda nelle connessioni tra personaggi, storie e pensieri”.

L’autore:

Iacopo Maccioni ha collaborato, nel 2012, alla creazione e realizzazione del film del regista Rachid Benhadj Aspettando il Maestro. Ha pubblicato nel 2013 Onirismi con Europa Edizioni, selezionato al Premio “Città di Como” nel 2014 e finalista, nel 2017, al Premio “Giovane Holden”.
Nel 2016 e nel 2017, ha curato per Albatrello, con Clara Rossi, Ti racconto una storia e A quarant’anni dalla Legge 517/77. La Legge dell’inclusione nella Scuola italiana. Nel 2018, ha pubblicato con Giovane Holden Edizioni Mau e Occhi di marrone, vincitore del primo premio al concorso “Giovane Holden”, secondo premio al concorso “Franz Kafka” nel 2018 e finalista al concorso “Salvatore Quasimodo” sempre nello stesso anno.

Titolo: Zenzero

Autore: Iacopo Maccioni

Collana: Voci

ISBN: 978-88-3281-193-3

Pagine: 174

Prezzo di copertina: Euro 14,00

ACQUISTA