Lo scrigno

Lo scrigno è un’opera che racchiude l’essenza del passato attraverso sequenze di vita vissuta che formano una narrazione vivida e palpitante. L’epicentro è Barbarano Romano e tocca le campagne viterbesi e romane, spingendosi fino alle periferie di città. Il periodo è quello che intercorre tra le tragiche vicende delle guerre mondiali e la difficoltosa risalita verso il ritorno alla normalità. I protagonisti vengono colti nella loro vita quotidiana che, nei lenti passi dell’Italia verso il progresso, muta abitudini e valori. I ricordi di Zoe, che fungono da “archivio”, sono impreziositi da dettagli che solitamente non si trovano nei libri di storia. Pertanto la lettura, nell’intento dell’autrice, è adatta ai giovani studenti, mirata a suscitare interesse e critica con i metodi correnti, anche nell’ottica dell’imminente centenario della fine della prima guerra mondiale.

L’autrice:

Maria Antonietta Ellebori vive a Viterbo. Ha conseguito il diploma di abilitazione magistrale a Civitavecchia (RM), città dove ha vissuto per oltre cinquant’anni lavorando come educatrice di asili nido e funzionario amministrativo presso gli uffici del Comune.
Ha pubblicato sei opere, tra le quali Un semplice capolavoro (Albatros Il Filo, 2014), premiato nel 2015 come migliore opera di narrativa nel concorso “Mino Di Blasio”, e Oltre un battito di ciglia (Augh!, 2016) che nel 2016 ha ricevuto il riconoscimento della presidenza e della giuria della Accademia Francesco Petrarca, il iii premio al concorso “Il mistero dei Moani” e la menzione d’onore al concorso letterario “Vittorio Alfieri”.
Nel 2016 l’opera Lo scrigno è stata premiata con il ii posto nel concorso internazionale “Il Molinello”, sezione inediti.

Titolo: Lo scrigno

Autore: Maria Antonietta Ellebori

Collana: Voci

ISBN: 978-88-3281-061-5

Pagine: 214

Prezzo di copertina: Euro 13,00

ACQUISTA

-15% DI SCONTO E SPEDIZIONE GRATUITA SU TUTTI I LIBRI! Rimuovi