La chiave di Milo

L’incontro fortuito tra un giovane ingegnere e un ragazzino “speciale” innesca, nell’uomo, l’urgenza di ripercorrere con la memoria un periodo importante della sua vita e di cercare tra gli oggetti e i documenti di un passato, accantonato tra le scatole dei ricordi, il filo conduttore di una storia vissuta intensamente, ma poi stemperatasi nell’evolversi delle vicende quotidiane fino a perderne traccia.
Il protagonista ricostruisce il suo percorso su una lavagna magnetica con metodo scientifico, come in un’indagine investigativa, partendo dai luoghi della quotidianità, attraversando l’Africa e i Balcani per poi ritornare alla vita di tutti i giorni. Ne viene fuori una storia singolare, la favola di Paco, quel soprannome che lo aveva accompagnato fin da ragazzo; un lungo racconto dove angeli in incognito, provenienti da vecchie favole raccontate ai bambini, si materializzano e compiono piccoli miracoli, risvegliando la coscienza dei protagonisti nel discernere ciò che è importante dal superfluo.
Il contatto con la disabilità e la diversità, inteso come opportunità di evolversi in esseri migliori, è una costante discreta che attraversa il racconto, proponendosi a coloro che si mostrano capaci di accoglierla.

L’autore:

Francesco Della Corte è nato a Napoli nel 1965 e vive a Mercogliano (av). Architetto, laureato all’Università di Napoli, ha esercitato parte della sua professione lavorando per organizzazioni umanitarie in Africa e nei Balcani. Nel 2017 ha pubblicato il suo primo romanzo, Fantasmi al contrario, edito da Scatole Parlanti.

Rassegna Stampa:
Orticalab (18 settembre 2019)
Nuova Irpinia (23 giugno 2019)
Exlibris 20 (10 giugno 2019)

Titolo: La chiave di Milo

Autore: Francesco Della Corte

Collana: Voci

ISBN: 978-88-3281-164-3

Pagine: 124

Prezzo di copertina: Euro 13,00

ACQUISTA