Giustizia parallela

Nella piccola e fredda città di Lages, nell’estremo sud del Brasile, Clara si trasferisce nella vecchia tenuta di famiglia, da poco lasciatale in eredità, pronta a ricominciare una nuova vita all’insegna della tranquillità e del lavoro. La cittadina, cordiale e all’apparenza monotona, offre alla brillante avvocatessa tutto ciò che le serve per superare un’annata terribile, segnata da una paura costante, da situazioni ambigue e dalle ossessioni di un cliente malato. Quello che la attende, in questo paesino bucolico incastonato tra le colline, stravolgerà i suoi piani, portandola al limite estremo. Il passato è tornato con tutta la furia che solo il tempo sa cullare, oppure si tratta di una fertile immaginazione?

L’autrice:

Marcia Cristina de Lyra è nata a Rio de Janeiro nel 1962. Trasferitasi a Goiânia, si è laureata nel 1987 in Giurisprudenza alla Pontificia Università Cattolica di Goiás. Dopo aver lavorato per qualche anno come avvocato, ha ricoperto l’incarico di assessore giuridico alla Corte d’appello dello Stato del Tocantins per undici anni. Alcune sue poesie sono state pubblicate sul periodico “O Popular”. Dopo aver conseguito il master in Educazione, ha insegnato portoghese, espressione e comunicazione nelle scuole superiori ad Araguaína. Attualmente vive in Italia. Giustizia parallela è la sua prima pubblicazione.

Titolo: Giustizia parallela

Autore: Marcia Cristina de Lyra

Collana: Voci

ISBN: 978-88-3281-212-1

Pagine: 142

Prezzo di copertina: Euro 14,00

ACQUISTA